Analisi qualitativa di ricerca / Analisi qualitativa di riconoscimento / Analisi quantitativa / Industria / Formazione del personale

HOME

Ritorna all'elenco degli esempi

PROBLEMA: verificare la presenza di eventuali contaminanti in un lotto di dipropilenglicole (DPG) contestato dal cliente perchè prestazionalmente inferiore al normale.

ANALISI: il campione contestato viene subito sottoposto ad analisi spettrofotometrica con FT-IR con tecnica HATR su cristallo di seleniuro di zinco (ZnSe). Il tracciato ottenuto viene confrontato con uno spettro di riferimento di un DPG che non presenta problemi.

Gli spettri sono molto simili ma il DPG contestato, in rosso, presenta chiaramente delle anomalie nei due punti indicati. Per riconoscere la natura dell'anomalia risulta necessario un trattamento termico; l'evaporazione del DPG rivela infatti la presenza di un composto più altobollente che viene sottoposto ad analisi FT-IR.

Il confronto con uno standard permette di riconoscere l'inquinante come polietilenglicole (PEG) con peso molecolare intorno a 300.

Per la valutazione quantitativa dell.inquinante viene scelto un approccio chemiometrico con l'algoritmo PLS. Viene preparato un numero adeguato di standard DPG+PEG300 , vengono effettuati gli spettri FT-IR di tutti gli standard e infine i dati vengono trattati con apposito software chemiometrico.

La calibrazione (sotto visualizzata) permette di ottenere una percentuale del 14,6?1,5%